Il testo allegato costituisce una prima bozza di un lavoro che diverrà più ampio. Segue l’introduzione alla Guida.

Ci sono diversi metodi portare all’attenzione dell’opinione pubblica e di conseguenza delle autorità locali, nazionali ed europee questioni di natura ambientale, sanitaria o sociale che costituiscono motivo di preoccupazione per una comunità e per il suo benessere.
In Italia, le criticità ambientali sono numerose e si sposano ad una cultura di tipo industriale che fino ad ora non ha ancora preso coscienza della fondamentale importanza che il settore dello sviluppo rinnovabile costituisce.
L’esperienza acquisita in questi anni nella gestione di crisi ambientali quali quella generata dalla presenza dell’industria siderurgica e petrolchimica a Taranto, ci ha fatto maturare nella convinzione che alcune criticità possano essere più velocemente portate all’attenzione delle autorità se vengono affrontate e promosse attraverso lo strumento della cittadinanza attiva, grande risorsa di numerose battaglie civili contemporanee.

In questa breve guida, vogliamo indicare quale, a nostro parere, è la strada da seguire per le associazioni che in questi mesi ci hanno chiesto come portare all’attenzione del grande pubblico e delle Istituzioni questioni di varia natura quale, appunto, ambientale e sanitaria.
Abbiamo cercato di fornire gli strumenti più importanti, di mettere nero su bianco quelli che sono i punti fondamentali attraverso i quali associazioni simili a Peacelink potranno lavorare in Italia ed in Europa.
Ci proponiamo con questo manuale, che abbiamo voluto breve e di facile uso, di mettere la nostra esperienza a disposizioni di altre associazioni, comunità, scuole e quanti altri gruppi vorranno intraprendere un cammino simile al nostro.

EuThink propone moduli d’insegnamento di diverso tipo e livello, per accompagnare il cittadino attivo nella gestione di un percorso intrapreso per il raggiungimento dei propri obiettivi a favore della comunità.

Buona strada!

Scarica qui: Guida alla cittadinanza attiva